CANTANTE Al Bano nella lista nera dell’Ucraina: «Io una minaccia? Ne parlo col mio avvocato»

Al Bano Carrisi non ha mai nascosto le sue simpatie per Vladimir Putin e per questo motivo sarebbe stato inserito dal ministero della Cultura di Kiev nell’elenco delle persone che vengono considerate una minaccia alla sicurezza nazionale. La lista ucraina, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa Interfax, è attualmente composta da circa 147 nominativi ed è aggiornata regolarmente in base alle indicazioni fornite dal Consiglio di Sicurezza e Difesa Nazionale di Kiev, dai servizi di sicurezza ucraini e dal Consiglio della Tv e Radio nazionali. Certo che essere considerato una minaccia per un intero Paese deve un bel peso per un maturo signore di 75 anni, anche per colui che ha sposato la figlia di due icone di Hollywood come Tyrone Power e Linda Christian ed ha vinto una causa per plagio contro Michael Jackson.

Ma a parte gli scherzi, dato per certo che Al Bano non può essere considerato pericoloso socialmente, a meno di non considerare tale la sua popolarità come cantante, il motivo per il quale sarebbe stato inserito nella black list ucraina dovrebbe risiedere in alcune sue dichiarazione, rilasciate nel corso di un’intervista del 2014, che sembrano giustificare in qualche modo l’annessione della penisola di Crimea da parte della Russia di Putin. Oltre che per essersi schierato apertamente contro le sanzioni economiche alla Russia.

La replica del cantante pugliese

il cantante di Cellino San Marco è stato raggiunto telefonicamente da “Il Sole24ore” e ha subito tenuto a precisare che questo inserimento nella lista nera delle persone sgradite al governo ucraino gli è piombata addosso come il classico “fulmine a ciel sereno”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.