In carcere per aver denunciato un massacro: i giornalisti Reuters segnano un anno di carcere in Myanmar

Giornalisti, attivisti e gruppi della società civile del Myanmar chiedono l’immediata liberazione di due reporter della Reuters, esattamente un anno dopo essere stati arrestati e poi incarcerati per aver esposto un massacro di musulmani Rohingya da parte di membri dell’esercito.

“Il fatto che restino in prigione per un crimine che non hanno commesso chiama in causa l’impegno del Myanmar per la democrazia, la libertà di espressione e lo stato di diritto”, ha detto in una nota il redattore capo della Reuters Stephen J. Adler .

“Il popolo del Myanmar merita le libertà e la democrazia che è stato a lungo promesso, e Wa Lone e Kyaw Soe Oo meritavano di essere immediatamente restituiti alle loro famiglie e ai loro colleghi”.

“Il fatto che restino in prigione per un crimine che non hanno commesso chiama in causa l’impegno del Myanmar per la democrazia, la libertà di espressione e lo stato di diritto”, ha detto in una nota il redattore capo della Reuters Stephen J. Ad
Il caso di Wa Lone e Kyaw Soe Oo è stato visto come una cartina di tornasole per la libertà di stampa e i diritti democratici nel paese del sud-est asiatico. La loro successiva condanna a sette anni di carcere ha gettato un pallonetto sulla comunità mediatica del Myanmar e ha suscitato accresciute critiche internazionali nei confronti del leader di fatto del paese e della premio Nobel Aung San Suu Kyi.
Martedì, i reporter della Reuters erano tra i numerosi giornalisti nominati come Person of the Year della rivista Time nel 2018 sotto la bandiera “i Guardiani”. È solo una delle numerose onorificenze, premi e riconoscimenti che la coppia ha ricevuto per il loro lavoro dietro le sbarre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.