Bambino nel braccio della morte in Sud Sudan con l’escalation delle esecuzioni di stato – gruppo per i diritti

Diritto Umano universale com’è possibile ancora queste Situazioni nel 2019!? Aspetto Risposta se possibile!..

Diritto Umano universale… com’è possibile ancora queste Situazioni nel quasi 2019? Aspetto Risposta se possibile..

Un bambino nel braccio della morte del Sud Sudan

(CNN) Le esecuzioni sanzionate dallo Stato sono in aumento in Sud Sudan e le persone che erano bambini al momento del crimine sono tra coloro che hanno ricevuto la pena di morte, secondo un nuovo rapporto di Amnesty International.

Sulla base di informazioni raccolte da professionisti legali e funzionari governativi, Amnesty afferma che il paese ha giustiziato sette persone, tra cui una che era una bambina al momento del reato, nel 2018.

Questo rappresenta il maggior numero di esecuzioni dal momento che il Sud Sudan è diventato la nazione più giovane del mondo dopo l’indipendenza nel 2011, secondo Amnesty International.
Bambino nel braccio della morte in Sud Sudan come esecuzioni di stato escalation – gruppo per i diritti UMANI

Jack Guy, CNN

Mubins Universo del Sapere Scienza e Spiritualità

http://www.universodelsapere.com

Diritti Umani Universale non Affronta la “malvagità di umani Inferiori”che si credono nel Potere di condannare un POVERO BAMBINO che Merita AMORE in questa VITA e niente di più! AMORE trasmette AMORE . Invito la Chiesa Cattolica Con Papà Francesco, a non solo Predicare ma AGIRE in modo Tempestivo Contro L’INGIUSTIZIA NEL MONDO.

Amnesty ha definito i risultati “estremamente inquietanti” e ha rivelato preoccupazioni su altri 135 prigionieri del braccio della morte – tra cui almeno un bambino e una madre che allatta – che secondo il gruppo sono stati recentemente trasferiti in strutture note per le esecuzioni.

Poiché il Sud Sudan si è separato dal Sudan sette anni fa, il numero di persone nel braccio della morte è raddoppiato a 342 prigionieri, secondo il gruppo per i diritti.

A quel tempo i tribunali hanno tramandato la condanna a morte ad almeno 140 persone e ci sono state almeno 32 esecuzioni.

“E ‘estremamente inquietante che la nazione più giovane del mondo abbia abbracciato questa pratica obsoleta e inumana”, ha detto Joan Nyanyuki, direttore regionale di Amnesty International, che ha affermato che altri paesi in tutto il mondo stanno abbandonando la pena di morte.

“Il presidente del Sud Sudan deve smettere di firmare gli ordini di esecuzione e porre fine a questa evidente violazione del diritto alla vita”, ha aggiunto.

Diversi tentativi della CNN di raggiungere i rappresentanti del governo sud sudanese per un commento non hanno avuto successo.

Un bambino nel braccio della morte del Sud Sudan

Un bambino nel braccio della morte del Sud Sudan

Secondo il rapporto di Amnesty, quattro persone, tra cui due che erano bambini nel momento in cui hanno commesso i crimini per cui sono stati condannati, sono state messe a morte nel 2017.

Il rapporto include anche la storia di un sedicenne che è stato condannato a morte per un omicidio che sostiene essere stato un incidente. Fu condannato e condannato a morte nonostante dicesse a un giudice che aveva 15 anni al momento dell’incidente.

Secondo l’International Bar Association, la legge internazionale vieta l’esecuzione di prigionieri che avevano meno di 18 anni quando il crimine è stato commesso.

“È la punizione definitiva crudele, inumana e degradante”, ha dichiarato Amnesty in un comunicato stampa. L’uso crescente della pena capitale è in contrasto con le tendenze regionali e globali.
Sud Sudan e Somalia sono stati gli unici paesi dell’Africa sub-sahariana ad eseguire prigionieri nel 2017, secondo Amnesty.

E circa 19.000 bambini sono stati costretti a unirsi ai militari e ad altri gruppi armati, secondo l’Unicef, l’organizzazione benefica dei bambini delle Nazioni Unite.

Ad aprile, 112 ragazzi e 95 ragazze, alcune di 14 anni, sono state liberate in occasione di una speciale cerimonia di “posa delle armi” organizzata dall’agenzia.

Il diritto internazionale proibisce l’esecuzione di prigionieri che erano sotto l’età di 18 anni quando il reato è stato commesso, secondo l’International Bar Association.
“E ‘l’ultima punizione crudele, inumana e degradante”, ha detto Amnesty in un comunicato stampa. L’uso crescente della pena capitale è in contrasto sia con le tendenze regionali e globali.
Sud Sudan e la Somalia sono stati gli unici paesi dell’Africa sub-sahariana a giustiziare i prigionieri nel 2017, secondo Amnesty.
Il governo del Sud Sudan ha votato contro una potenziale moratoria sull’uso della pena di morte all’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2016 e ha respinto le raccomandazioni di abolire il suo utilizzo.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.