L’UNIVERSO NELLA MENTE DEI PENSATORI

L’Universo è stato, è, e sempre sarà un immenso e affascinante enigma da risolvere: basta tirare il naso all’insù in una notte d’estate per capire quanto, sopra di noi, ci siano misteri da svelare e meraviglie da conoscere. E’ questo sentimento comune che ha legato e lega gli uomini di tutte le epoche ed etnie, partendo dagli antichi Greci, nei quali le stelle si mescolavano alla mitologia, fino ad arrivare al primo vero “filosofo della natura” che ha studiato con metodicità la realtà infinito sopra di noi: Galileo Galilei (Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo). Dall’Italia parte quindi lo studio dell’immensità celeste che ci circonda ma la vera rivoluzione accade all’inizio del Novecento con Albert Einstein (Come io vedo il mondo): con la teoria della relatività (La relatività per tutti) si aprono infatti le porte di numerosi e nuovi scenari, molti dei quali ancora sconosciuti: dai buchi neri, fenomeni che incuriosiscono fisici del calibro di Stephen Hawking (Dal big bang ai buchi neri), alle costanti che regolano, in ogni momento, passato presente e futuro dell’universo e che se cambiate, anche di pochissimo, potrebbero portare alla fine di tutto quello che ci circonda (I numeri dell’universo). Mettendo in dubbio anche l’elegante simmetria del cosmo (Universo simmetrico), ci si interroga sulle stelle e sulla vita extraterrestre, argomenti che affascinano Margherita Hack (Vi racconto l’astronomia), ma anche su ciò che non vediamo, il nulla, che però risulta essere più pieno di quanto ci aspettassimo (La fisica del nulla) … insomma dalle più grandi menti ai più grandi scrittori e divulgatori, si sono interrogati sia sull’infinitamente grande che sull’infinitamente piccolo (Il collasso dell’universo), sulle leggi che governano la nostra realtà e, ormai nel XXI secolo, non possiamo fare altro che aspettare con curiosità nuovi indizi, scoperte e innovazioni che potranno confermare o stravolgere la realtà che conosciamo (tempo di stelle).Universo è stato, è, e sempre sarà un immenso e affascinante enigma da risolvere: basta tirare il naso all’insù in una notte d’estate per capire quanto, sopra di noi, ci siano misteri da svelare e meraviglie da conoscere. E’ questo sentimento comune che ha legato e lega gli uomini di tutte le epoche ed etnie, partendo dagli antichi Greci, nei quali le stelle si mescolavano alla mitologia, fino ad arrivare al primo vero “filosofo della natura” che ha studiato con metodicità la realtà infinito sopra di noi: Galileo Galilei (Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo). Dall’Italia parte quindi lo studio dell’immensità celeste che ci circonda ma la vera rivoluzione accade all’inizio del Novecento con Albert Einstein (Come io vedo il mondo): con la teoria della relatività (La relatività per tutti) si aprono infatti le porte di numerosi e nuovi scenari, molti dei quali ancora sconosciuti: dai buchi neri, fenomeni che incuriosiscono fisici del calibro di Stephen Hawking (Dal big bang ai buchi neri), alle costanti che regolano, in ogni momento, passato presente e futuro dell’universo e che se cambiate, anche di pochissimo, potrebbero portare alla fine di tutto quello che ci circonda (I numeri dell’universo). Mettendo in dubbio anche l’elegante simmetria del cosmo (Universo simmetrico), ci si interroga sulle stelle e sulla vita extraterrestre, argomenti che affascinano Margherita Hack (Vi racconto l’astronomia), ma anche su ciò che non vediamo, il nulla, che però risulta essere più pieno di quanto ci aspettassimo (La fisica del nulla) … insomma dalle più grandi menti ai più grandi scrittori e divulgatori, si sono interrogati sia sull’infinitamente grande che sull’infinitamente piccolo (Il collasso dell’universo), sulle leggi che governano la nostra realtà e, ormai nel XXI secolo, non possiamo fare altro che aspettare con curiosità nuovi indizi, scoperte e innovazioni che potranno confermare o stravolgere la realtà che conosciamo (tempo di stelle).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.